english version

È attivo il nostro contatto WhatsApp! Scrivici o chiamaci al 333 2022801

Body positivity, cruda realtà, niente filtri: Arriva BeReal, l’anti Instagram

I Social per la Body Positivity

BeReal è la nuova (anche se esiste da almeno 2 anni) App che spopola fra i più giovani e che si pone come l’anti-Instagram. Perché ne parliamo? Perché l’applicazione inizia a demolire quell’impianto di falsa perfezione promosso da social come Instagram e TikTok e che hanno spesso dato una rappresentazione nociva della realtà. Tanto da fare del male sopratutto ai giovanissimi.

Che cos’è BeReal

“I tuoi amici, davvero” è lo slogan che accompagna l’applicazione il cui scopo è quello di far apparire le persone per come sono realmente, senza filtri, senza imposizioni e soprattutto, senza progettazione. BeReal infatti invia una notifica agli utenti ogni giorno, sempre in orari diversi; da quel momento si hanno massimo 2 minuti per postare una foto doppia (una con fotocamera frontale, una con posteriore), lì dove si è, e qualsiasi cosa si stia facendo.
In questo modo ciò che appare è la realtà, senza che si possa fingere di essere dove non si è, senza che si possa inscenare un teatrino o set fotografico fatto in casa. Se si accettano le regole dell’App, si è portati a postare solo la realtà e a vedere solo la realtà delle persone che ci stanno intorno. In questo modo, prevale una sensazione completamente diversa rispetto a quanto non accada con Instagram o altri social, che tendono a mostrarci un‘identità digitale completamente inventata.

Dove nasce l’idea

Il social (che non si definisce come tale) viene dalla Francia ed è opera di Alexis Barreyat e Kévin Perreau. Tuttavia è solo negli ultimi mesi che l’app ha preso piede ed ha iniziato ad essere scaricata in massa.
L'Anti-InstagramL’idea messa in campo riprende alcune necessità che già sui social classici erano emerse negli ultimi tempi. Infatti sempre più spesso si sono diffusi sui social messaggi di body positivity, account che propongono ed invitano a mostrare una visione più realistica della realtà al di fuori delle piattaforme, hashtag che incoraggiano gli iscritti a superare certi schemi, mostrandosi senza timori per come sono realmente. Ne è un esempio nostrano l’attrice Matilde DeAngelis, che non ha mai fatto mistero dei suoi problemi di pelle nel suo canale Instagram, soprattutto nelle storie, oppure diversi influencer che incentrano i loro digital content proprio su questi aspetti. Insomma, i due autori hanno interpretato a dovere e al momento giusto un trend sempre più pressante in rete.

Instagram non sta a guardare

Come si poteva immaginare, essendo una vecchia strategia di Meta, Instagram non sta a guardare ed ha appena introdotto la nuova funzionalità per le storie di scatto Bilaterale.
Fotocamera Bilaterale BeReal copiato da InstagramL’idea è quella di replicare la foto senza trucchi proposta da BeReal, ma manca qui il concetto di timing che rende la seconda un’app priva di artifici. Tuttavia da questa mossa possiamo intuire non solo come la società di Zuckerberg stia monitorando il fenomeno, ma anche di come continui ad integrare nei suoi prodotti idee di successo prese da altre app, come ha fatto con TikTok e… qualcuno si ricorda di Snapchat?

Finti modelli sui Social; perché serve un Anti-Instagram

Moltissimi studi hanno ormai dimostrato come i social possano influire negativamente sulla vita delle persone. E sui più giovani in particolare. In un’età come quella adolescenziale i problemi di autostima e la necessità di crearsi un’identità che è ancora in formazione, spingono moltissimi ragazzi e ragazze a cogliere come modelli quelli di influencer perfetti, personaggi che fanno una vita da sogno, fari da raggiungere talvolta a qualsiasi costo. Questo genera frustrazione, critica di sé e del proprio corpo, nei più grandi critiche al proprio stile di vita. Spesso non ci si rende conto nemmeno da adulti di quanto ciò che viene mostrato online sia semplicemente scelto a tavolino, ritoccato, rimodellato per far apparire qualcosa. BeReal è un App privata, non si desidera farle pubblicità, ma ha il grande merito di ridisegnare per la prima volta come le persone appaiono online. E speriamo che funzioni.

 

Per Approfondire

Jaron Lanier: Dieci ragioni per cancellare subito i tuoi canali social

Simonluca Renda

Simonluca Renda

Simonluca Renda è Communication Specialist e collabora da diversi anni con Tutela Digitale curandone la comunicazione on ed off line. Scrive sul Journal di Tutela Digitale dal 2018.

Simonluca Renda

Simonluca Renda è Communication Specialist e collabora da diversi anni con Tutela Digitale curandone la comunicazione on ed off line. Scrive sul Journal di Tutela Digitale dal 2018.
Potrebbe interessarti anche
Garante Privacy e Cookie

Il futuro del web tra Google e il Garante della privacy

L’esperienza online è sempre più difficile da gestire sia da parte del navigatore, sia per i proprietari di...
17 Marzo 2022
Tutela Digitale | Copyright

Nuova normativa sul Copyright; cosa c’è da sapere

Lo scorso 12 Settembre il Parlamento Europeo ha approvato la nuova direttiva sul diritto d’autore (Copyright) in Unione Europea....
8 Ottobre 2018
Cyber security

Polizia Postale o Tutela Digitale? Chi contattare

Molto spesso attività come quella di Tutela Digitale possono confondere. Spesso gli utenti non distinguono la nostra attività...
4 Febbraio 2019
Qual è la procedura per eliminare un video da YouTube

Come eliminare un video da YouTube

Come eliminare un video da YouTube? Il video delle vacanze, i ricordi oppure i racconti di una giornata...
10 Novembre 2016
Tutela Digitale | Vittime di Errori Giudiziari

Tutela Digitale per le vittime di errori giudiziari

Tutela Digitale permette alle vittime di errori giudiziari di riscrivere al loro web reputation, eliminando notizie ed articoli negativi del passato.
15 Novembre 2021
Privacy Online

Privacy: quanto ci fidiamo dei Big Online?

La Privacy è senza ombra di dubbio una delle più grandi preoccupazioni dell’era digitale. In ogni azione che...
25 Luglio 2022