english version

È attivo il nostro contatto WhatsApp! Scrivici o chiamaci al 333 2022801

I danni alla brand reputation: online e offline

Brand Reputation e Gestione crisi aziendale

La reputazione di un’azienda rappresenta uno degli asset più preziosi, capaci di influenzare la sua sopravvivenza, la sua crescita e il suo successo. Una gestione efficace e attenta della reputazione aziendale (o brand reputation) si rivela cruciale per il successo nel lungo termine, incidendo non solo sulle performance economiche e finanziarie, ma anche sulla percezione del brand da parte di clienti, dipendenti e stakeholder.
Una reputazione solida si traduce in un vantaggio competitivo inestimabile, determinando la preferenza dei clienti e influenzando positivamente le decisioni degli investitori e dei partner commerciali. 

Brand Finance global 500

Il rapporto Brand finance global 500 2024 mette in luce l’importanza della valutazione del marchio per le aziende, sottolineando come un marchio forte possa migliorare i rendimenti aziendali attraverso la differenziazione, la fedeltà del cliente, e la capacità di comandare un premio di prezzo. Il report si basa su ricerche di mercato originali condotte in decine di giurisdizioni in tutto il mondo, rappresentando una risorsa fondamentale per comprendere la posizione e il valore dei marchi nel contesto economico globale attuale.
Un altro studio realizzato dall’agenzia di consulenza Deloitte nel 2015, su un campione di oltre 500 Crisis management executive provenienti da 20 paesi, è emerso: 

  • che l’80% delle organizzazioni a livello mondiale, negli ultimi 2 anni, ha vissuto momenti in cui ha dovuto mobilitare i propri gruppi di gestione delle crisi 
  • Le cause principali sono state incidenti informatici e di sicurezza. 
  • Le crisi sono sempre reputate come un evento improvviso, e questo mette in luce l’importanza di una strategia di Online Reputation Management (ORM )

 

I Danni alla Brand Reputation: Online vs Offline

La reputazione aziendale può essere compromessa sia in ambito online che offline attraverso una varietà di fattori. 

  • Online: incidenti quali fughe di notizie, attacchi informatici o scandali legati ai testimonial possono danneggiare rapidamente l’immagine dell’azienda. 
  • Offline, invece, problemi quali incidenti sul lavoro o rapporti con aziende di cattiva reputazione possono erodere la fiducia accumulata nel tempo.

 

In entrambi i casi le ripercussioni negative sulla reputazione aziendale possono manifestarsi sia nel breve che nel lungo periodo.
Nell’immediato si può quindi assistere a una perdita di fiducia da parte dei consumatori, diminuzione delle vendite, interruzioni di collaborazioni, partnership o sponsorizzazioni. Nel lungo termine sia avranno effetti molto più pesanti, si andrà incontro a difficoltà nell’espansione di mercato, perdita di partner strategici e, in alcuni casi, a costose battaglie legali e normative, con conseguente danno economico.

Perché prestare attenzione alla reputazione aziendale…

I danni alla reputazione aziendale sono un campanello d’allarme che non può essere ignorato. Essi, infatti, possono dare inizio a un effetto domino di conseguenze negative che influenzano l’azienda, come abbiamo visto sia immediatamente che nel lungo periodo. Tra le principali conseguenze, anche finanziarie, che possiamo vedere quindi cu sarà la perdita di fiducia dei clienti. Una volta che l’immagine dell’azienda è macchiata da uno scandalo, anche i clienti più fedeli potrebbero decidere di rivolgere altrove la loro fiducia e i loro investimenti. Questa defezione colpisce il bilancio aziendale, poiché acquisire nuovi clienti ha un costo notevolmente più elevato rispetto al mantenere quelli esistenti.

A pesare sul bilancio ci sarà anche la perdita di vendite future. La macchia sulla reputazione allontanerà anche i nuovi potenziali clienti, che tendono a esitare prima di impegnarsi con un’azienda il cui nome è stato compromesso, riducendo così le possibilità di crescita e di penetrazione in nuovi mercati.
Gli stakeholder e gli investitori, essendo particolarmente sensibili alle ondate reputazionali, possono riconsiderare il loro impegno e sostegno verso l’azienda in crisi, influenzando negativamente la capacità di attrarre nuovi investimenti e di forgiare o mantenere partnership commerciali strategiche.

… E non perdere denaro!

Per quanto riguarda i costi di marketing e PR, essi inevitabilmente aumentano in seguito a una crisi reputazionale. Le aziende sono costrette a investire somme significative in campagne di riposizionamento del brand e in attività di public relations per riconquistare la fiducia dei consumatori e ripulire l’immagine pubblica. Appoggiandosi anche a servizi esterni che si occupano proprio di ricostruzione della reputazione aziendale. Senza considerare anche possibili azioni legali da intraprendere.
Se l’azienda è quotata in borsa anche nel mercato azionario ci saranno ripercussioni negative, impattando gli investitori che vedono il valore dei loro investimenti diminuire nel tempo.
Un piano strategico di gestione della crisi e una risposta pronta e veloce sono essenziali per limitare i danni. 

 


Leggi anche: https://www.tuteladigitale.it/journal/google/come-tutelare-la-reputazione-aziendale/


Il Ruolo di Tutela Digitale nella gestione della crisi aziendale

È importante trovare un partner affidabile e competente come Tutela Digitale, che offre soluzioni specifiche per la gestione e il ripristino della reputazione online. Attraverso servizi di monitoraggio, preparazione di piani di ORM, gestione delle crisi, interventi online per ricostruire al reputazione può aiutare le aziende a prevenire, gestire e ripartire da questi danni, preservando il valore e l’integrità del marchio nell’ecosistema digitale.
Scopri i servizi di Tutela Digitale per attuare un una veloce risposta ad un momento di crisi.

 

Per Approfondire:

https://brandirectory.com/rankings/global/

 

Silvia Tugnoli

Silvia Tugnoli

Silvia Tugnoli, libera professionista nel settore del web marketing e della comunicazione, collabora con Tutela Digitale dal 2020

Silvia Tugnoli

Silvia Tugnoli, libera professionista nel settore del web marketing e della comunicazione, collabora con Tutela Digitale dal 2020
Potrebbe interessarti anche
Tutela Digitale 2019

I 10 fatti più rilevanti del 2019 per la sicurezza dei dati e Diritto all’Oblio

Il 31 dicembre è alle porte e mentre attendiamo a braccia aperte il 2020, ci siamo chiesti quali...
13 Dicembre 2019
Legge

Lo strano caso delle notizie da de-indicizzare da Google (senza applicare il Diritto all’Oblio)

Eliminare o de-indicizzare. Abbiamo parlato diverse volte di come si possa agire sulle notizie pubblicate on-line grazie al...
8 Novembre 2018
Diritto all'Oblio

Diritto all’Oblio: 10 domande e risposte

1) Che cos’è il Diritto all’Oblio? Il Diritto all’Oblio è il diritto ad essere “dimenticato” dalla rete per...
21 Novembre 2018
Se la mia storia finisce sui giornali? Come Eliminare la notizia dal web

Come fare se la mia storia finisce sui giornali

Quando tutto diventa di dominio pubblico in meno di un batter di ciglia, è il caso di preoccuparsi...
3 Luglio 2023
Recensioni su Google

Come eliminare una recensione negativa da Google

Oggigiorno è normale entrare in un bar, ordinare qualcosa, e recensire la propria esperienza. Tutti, o quasi, amano...
5 Marzo 2019
Tutela Digitale | Cancellazione notizie online

Tutela Digitale la start up che elimina i contenuti negativi dal web

Nata da un’idea dell’Avv. Sveva Antonini e del Dott. Gabriele Gallassi, Tutela Digitale è la società specializzata nell’eliminazione...
13 Luglio 2017