Eliminare notizie da Google

Il problema della reputazione online riguarda tutti. Certe professioni devono però fare più attenzione. Una delle figure più esposte al problema della reputazione online è quella dei politici.
Il ruolo della rete nel dirigere le posizioni politiche dell’opinione pubblica è innegabile. L’informazione digitale rappresenta una grande opportunità per il politico, ma è un’arma a doppio taglio. Che fare nel caso di una fake news? Come Eliminare tali notizie da Google?
Con l’espandersi delle opportunità di comunicazione, anche i problemi reputazionali sono aumentati. Sui social network possono nascere profili fake, gruppi o pagine che hanno lo scopo di screditare qualcuno. Lo fanno soprattutto diffondendo notizie false. Purtroppo anche quando palesemente false, queste fake news possono disorientare gli utenti più distratti. Possono dunque essere condivise diventando virali.
Azioni screditanti possono avvenire anche su blog o forum. Si tratta di piattaforme più “periferiche” rispetto ai social media, ma in grado di attrarre un pubblico alla ricerca di notizie, retroscena e discussioni. Infatti molto spesso quelle che confermano le loro pessime opinioni verso il ceto politico sono le notizie più cercate e cliccate.
I blog e i forum diventano così collezioni di notizie, fotografie e altri contenuti che hanno l’obiettivo di parlare male della politica e dei suoi protagonisti. Trovarli non è semplice.
Un altro genere di problemi può derivare da notizie obsolete e mai aggiornate o rettificate. Queste rimangono circolanti su Google. Ad esempio un vecchio procedimento giudiziario o una presa di posizione superata e non più attuale, sono notizie che possono fare danni se riproposte, specie se in modo incompleto e fuori dal loro contesto.
Per eliminare notizie come queste da Google, si può applicare il “diritto all’oblio”, ovvero il diritto di essere “dimenticati” dalla rete per fatti che sono stati oggetto di cronaca, ma che con il tempo non lo sono più. Si tratta di un tema importante per tutti, personaggi pubblici e privati cittadini, e non va in conflitto con il diritto di cronaca. Se la rete è un grande archivio di notizie, immagini, video, il rischio è che una notizia negativa possa continuamente apparire nelle ricerche degli utenti, macchiando a oltranza la reputazione di una personalità pubblica e non.
Se ritieni che esistano contenuti datati che non dovrebbero più essere di interesse per le cronache, è possibile richiedere la loro cancellazione o la loro de-indicizzazione. Tuttavia il procedimento non è semplice: per questo è sempre meglio affidarlo a professionisti del settore come gli avvocati e gli informatici di Tutela Digitale.
info@tuteladigitale.it

 

Il Team di Tutela Digitale

Gabriele Gallassi Co-founder – Head of Business

gabriele.gallassi@tuteladigitale.it

Sveva Antonini Co-founder – Head of Legal Department

sveva.antonini@tuteladigitale.it
Flora Pinotti Sano Account Manager, COO
flora.pinotti@tuteladigitale.it
Leonardo Bergonzoni Web Reputation Department
leonardo.bergonzoni@tuteladigitale.it
Elettra Notari Technical Department
elettra.notari@tuteladigitale.it
SimonLuca Renda Communication Specialist, Search Engine Expert
simonluca.renda@tuteladigitale.it
Annalisa Desiderio Administrative Officer
annalisa.desiderio@tuteladigitale.it
Claudia Taccani Legal Department
claudia.taccani@tuteladigitale.it

Partner ufficiale

Tutela digitale nasce in seno a Red Points, società specializzata nell’eliminazione della pirateria e della contraffazione online.

visita:
http://www.redpoints.com